Home
You Are Here: Home » Comunicati stampa » Altra rimonta contro la Virtus Avellino. Ariano secondo! (a cura di Mario Grasso)

Altra rimonta contro la Virtus Avellino. Ariano secondo! (a cura di Mario Grasso)

ARIANO IRPINO – La Vis Ariano Accadia è la squadra delle rimonte. Dopo le trasferte contro Alfaterna e Costa d’Amalfi, i biancazzurri ribaltano anche la partita contro la Virtus Avellino, chiudendo il match sul 4-2 dopo essere stati sotto, stavolta, di ben due reti. Mattatore assoluto è Luzzi, che con la sua doppietta spiana la strada alla squadra di Del Vecchio, che ora sogna al secondo posto a -2 dalla capolista Palmese.

Il derby irpino parte malissimo. Merola viene lasciato troppo solo in area di rigore e va a insaccare per il vantaggio ospite dopo appena 11 minuti. Alla mezz’ora la situazione precipita: tocco di mano di Hutsol e per l’arbitro è rigore. Dal dischetto Merola è implacabile e la Virtus va sul 2-0. Ma nel finale di primo tempo l’Ariano la rimette in piedi: cross dalla sinistra, spizzata di Capodilupo e Luzzi, nelle insoliti vesti di uomo d’area, va a insaccare.

Nella ripresa i padroni di casa provano a pareggiare, ma la giornata non sembra propizia. E invece, a sette minuti dal termine, Luzzi si inventa un passaggio al bacio per Keba, che con una grandissima conclusione trafigge l’estremo difensore avellinese. Tutto da rifare per gli ospiti, ma ora la Vis Ariano Accadia è un fiume in piena. Il tempo sta lentamente scadendo, ma l’Ariano si butta in avanti per vincerla e gli sforzi vengono premiati. Gran passaggio di Sorrentino per Luzzi, ancora nelle vesti di attaccante, e il numero 8 biancazzurro segna portando in vantaggio i suoi. Il Renzulli esplode in delirio. Ma non finisce qui. Nel recupero, Capodilupo, da vero rapace dell’area di rigore, sfrutta un errore della difesa avversaria e va a realizzare il 4-2 che chiude l’incontro.

Ariano che centra il quarto successo consecutivo e si porta al secondo posto a due sole lunghezze dalla capolista Palmese. Una situazione che ad Ariano non si vedeva da tantissimi anni. Mantenere la calma è l’imperativo categorico per evitare. Continuare a lavorare duramente è anche questo un imperativo categorico. Ma lasciatecelo dire. Si sta davvero bene così in alto; se è un sogno, non svegliateci!

Fonte: https://forzariano.wordpress.com/2019/11/04/altra-rimonta-contro-la-virtus-avellino-ariano-secondo/

 

Scroll to top