Home
You Are Here: Home » Comunicati stampa » Ariano, beffa al 90′: e ora? (a cura di Mario Grasso)

Ariano, beffa al 90′: e ora? (a cura di Mario Grasso)

ARIANO IRPINO – A un passo dal colpaccio e ora di nuovo a rincorrere. E rincorriamo per colpa di un’ingenuità, che regala un rigore al San Tommaso al 90′ e che ci condanna a un pareggio amaro, che rischia di estrometterci dai play off. L’Ariano contro il San Tommaso fa il suo, sogna, ma alla fine si sveglia e torna alla dura realtà di un quinto posto che non porterà da nessuna parte e che obbliga i biancazzurri a 90 minuti di fuoco nella prossima, e ultima, giornata.

Gara alla quale il San Tommaso, capolista, arriva carico perché con una vittoria otterrebbe con una giornata d’anticipo la promozione in Eccellenza. Ariano che non può fare sconti, per mantenere quel quarto posto che porterebbe ai play off. E che la vittoria sia d’obbligo lo si capisce fin da subito dai risultati degli altri campi: solo il San Martino rimane ancorato sullo 0-0 contro il Carotenuto, mentre Baiano, Paolisi e Forza e Coraggio dilagano contro le loro avversarie. I ritmi non sono elevatissimi, ma l’Ariano riesce a far tremare la capolista e lo fa con un colpo di testa di Capodilupo sugli sviluppi di un corner, che si infrange sulla traversa. Il San Tommaso si affida solo saltuariamente a qualche sortita di De Biase, che prima si rende pericoloso con un colpo di testa alto di poco e a fine primo tempo scaduto quasi beffa Formisano con un pallonetto, ma la traversa dà una mano ai padroni di casa.

La ripresa vede la capolista pericolosa con un cross insidioso di Calabrese, sul quale è bravo Formisano a smanacciare. Ma è solo un piccolo timore prima dell’acuto arianese. Grandissimo cross di Cavotta e fantastica rovesciata di Terracciano, che regala alla platea una perla e che porta in vantaggio l’Ariano. Biancazzurri lanciatissimi verso i play off e oggi il temuto San Tommaso non sembra fare paura. I minuti scorrono senza scossoni. L’Ariano non affonda il colpo, ma controlla. Il San Tommaso non trova spunti degni di nota. Ma al 90′ arriva la “frittata”. Guardabascio si inserisce in area, Celentano lo sgambetta. Per l’arbitro non ci sono dubbi: rigore ed espulsione. Dal dischetto va l’arianese ed ex Ariano, Guardabascio, che la mette in rete e, presumibilmente, dedica il gol al padre recentemente scomparso. E’ un gol che fa male. Ma c’è anche spazio per le polemiche perché in pieno recupero l’Ariano avrebbe la grande chance di tornare davanti. Purcaro semina il panico in area di rigore e viene messo giù, ma stavolta il direttore di gara lascia correre. A nulla servono le proteste veementi dalla panchina arianese. Niente da fare. Finisce 1-1. Pari che va bene alla capolista, a cui il Grotta rosicchia due punti, ma l’ultima giornata sembra agevole. Meno bene all’Ariano, scavalcato dal Baiano e ora di nuovo a rincorrere.

Ci giocheremo tutto all’ultima, dunque. Noi andremo sul campo del Carotenuto, che è obbligato a vincere (e sperare nel passo falso del Ponte, ndr) per assicurarsi di giocare in casa il play out, al quale è già aritmeticamente qualificato. Tra le dirette concorrenti non sembrano impossibili gli impegni di Forza e Coraggio e San Martino, impegnate rispettivamente con FC Avellino e Serino, senza più obiettivi; decisamente più duro l’impegno del Baiano, che andrà in trasferta contro il Grotta, secondo e che si giocherà le ultimissime chance per provare almeno ad agganciare il San Tommaso capolista (anche se, a onor del vero, sembra quasi impossibile che gli avellinesi commettano errori contro il già retrocesso Siconolfi, da tempo in campo con squadra di ragazzini, ndr).

Facciamo ora un po’ di conti. L’Ariano è quinto alla pari con San Martino e Forza e Coraggio, davanti a loro per classifica avulsa. Ma il quinto posto ufficialmente non porta ai play off, visto che il Grotta, secondo, ha accumulato un distacco troppo grande. Bisogna arrivare quarti e il quarto posto del Baiano oggi è distante di un solo punto. L’Ariano ha queste possibilità a sua disposizione; sarà ai play off se:

  • vince e il Baiano non vince:
    anche se vincono Forza e Coraggio e/o San Martino, visto che sia gli scontri diretti singoli sia la classifica avulsa vedono avanti l’Ariano
  • pareggia, il Baiano perde, la Forza e Coraggio non vince e il San Martino pareggia:
    in questo caso l’Ariano andrebbe alla pari solo col Baiano oppure con Baiano e San Martino oppure con tutte le concorrenti. Si creerebbero queste situazioni:
    se alla pari solo col Baiano, a parità anche negli scontri diretti conta la differenza reti e siamo in vantaggio;
    se andiamo alla pari con Baiano e San Martino, la classifica avulsa ci premia;
    se alla pari con Baiano, San Martino e Forza e Coraggio, la classifica avulsa vedrebbe in testa Ariano e Forza e Coraggio, ma con l’Ariano avanti nello scontro contro quest’ultima
    l’unica combinazione che ci terrebbe fuori dai play off sarebbe una chiusura alla pari con Baiano e Forza e Coraggio, col San Martino dietro: in questo caso la classifica avulsa premierebbe i beneventani

Intanto il campionato emette altri verdetti. L’Abellinum si aggiunge al Siconolfi tra le retrocesse; nessuna possibilità di play out per il club di Atripalda. Play out in cui ci sono già Ponte e Carotenuto, che si giocano solo il quartultimo posto per giocare in casa la sfida salvezza. Ai piani alti San Tommaso e Grotta si giocheranno il primato con una certezza: chi chiuderà primo andrà in Eccellenza, chi finirà secondo andrà direttamente alla finale play off. Play off dove c’è già il Paolisi, certo di giocare in casa la semifinale, ma che attende la sua avversaria dalla sfida a distanza tra Ariano, Baiano, San Martino e Forza e Coraggio.

Fonte:  https://forzariano.wordpress.com/2018/04/14/ariano-beffa-al-90-e-ora/#more-5672

 

Scroll to top