Home
You Are Here: Home » Comunicati stampa » Ariano, pari d’oro nel derby (a cura di Mario Grasso)

Ariano, pari d’oro nel derby (a cura di Mario Grasso)

ARIANO IRPINO – Non eravamo abituati né noi né loro ma prima o poi per la legge dei grandi numeri un derby in parità doveva pur arrivare. E così ecco che il derby dell’Ufita di ritorno tra Vis Ariano e Grotta termina 0-0, ma è un pari a reti bianche tutt’altro che noioso, soprattutto nel primo tempo.

 

Alla supersfida Ariano e Grotta arrivavano entrambe arrabbiate dopo i ko della scorsa giornata. Tuttavia, se quello della Vis può essere interpretato come un incidente in un percorso che comunque sta rispettando la media da play off, quello del Grotta è più grave, come dimostrano le dimissioni dell’allenatore Ferraro, sostituito da Di Pasquale. L’atmosfera è di quelle calde: numerosa la pattuglia grottese al Renzulli, che per tutta risposta è vestito di biancoazzurro con tanto di ritrovata coesione nel tifo organizzato. Sugli spalti si torna a cantare come non si faceva da diversi anni. Quanto al primo tempo, la partita è ricca di occasioni da entrambe le parti. Prima le proteste degli ospiti per un presunto atterramento in area di Cataruozzolo, sul quale l’arbitro lascia correre. Cataruozzolo è ispiratissimo e scatta poco dopo sul filo del fuorigioco sorprendendo la difesa arianese, ma Formisano ci mette una pezza deviando in corner il tiro dell’attaccante giallorosso. Si fa vedere anche l’Ariano: cross al bacio di Bernardo per Capodilupo, ma il colpo di testa del bomber sfuma fuori. Poi ancora super Formisano, che toglie dall’angolino alto alla sua destra la bellissima punizione di Agata. L’Ariano punta forte su un ispiratissimo Bernardo, che dopo aver impegnato l’estremo difensore avversario con un tiro dalla distanza, concede il bis più tardi centrando in pieno la traversa. Ma a questa immensa occasione arianese ne segue una altrettanto clamorosa degli ospiti: Cataruozzolo sorprende ancora la difesa biancazzurra, salta anche il portiere, ma la sua conclusione è debole e Formisano fa in tempo a tornare sui suoi passi e bloccare il pallone. Ultimo sussulto del primo tempo ancora per i giallorossi e ancora con una punizione di Agata, fermato stavolta dal palo.

La ripresa è meno pimpante nei ritmi e nelle occasioni, ma comunque c’è qualcosa da segnalare. L’Ariano parte meglio, ma almeno inizialmente si rende pericoloso solo con qualche tiro senza troppe pretese. La grande occasione arriva al quarto d’ora: cross di Luzzi e Polichetti prova la zampata, ma il pallone si stampa sul palo. La partita da questo momento in poi diventa più nervosa e più tattica. Col passare dei minuti la Vis si rende conto che tutto sommato il pari sarebbe da accogliere positivamente e gioca più per limitare le iniziative ospiti che per proporre qualcosa. Gara che si incattivisce anche quando Andres colpisce un avversario, scatenando l’ira della panchina e la conseguente espulsione di mister Silvestro per le eccessive proteste. Ariano che comunque riesce nel suo intento di bloccare sul nascere le iniziative grottesi, tanto che gli ospiti non sono mai pericolosi. Almeno fino all’ultimo secondo di gioco. Infatti dopo un secondo tempo perfetto in difesa, l’Ariano rischia la beffa a tempo scaduto con Russo che sorprende tutta la retroguardia e spara a botta sicura su un fenomenale Formisano, che nega agli ospiti quella che sarebbe stata una gioia incredibile all’ultimo istante di match.

Finisce 0-0. Pari tutto sommato giusto per quello che si è visto in campo. Occasioni forse un po’ di più di marca grottese, ma ciò è giustificato anche dalla diversa struttura delle due squadre in campo. Ma l’Ariano ha dimostrato ancora una volta che sa il fatto suo e che sa tener testa anche a rivali sulla carta più forti. Due derby contro il Grotta, zero gol subiti e un vantaggio negli scontri diretti che potrebbe tornare utile in caso di clamoroso aggancio in classifica. A conti fatti il pareggio va forse bene più all’Ariano che ai giallorossi, che vedono allontanarsi il sogno del primo posto; Vis che, invece, si tiene salda in zona play off. Ma la guardia non va abbassata perché le rivali sono tutte ancora vicinissime e il derby di oggi era solo il primo passo di un incredibile tour de force. Si prosegue infatti nel prossimo week end contro la Forza e Coraggio, poi in casa contro il FC Avellino e poi a Baiano. Tre gare per capire davvero chi siamo e fin dove possiamo spingerci. E speriamo che a spingerci verso i play off sia anche la bella tifoseria che si è riorganizzata quest’oggi. Si spera non solo per questa partita. Ariano avrà bisogno del sostegno della sua gente.

Fonte: https://forzariano.wordpress.com/2018/02/05/ariano-pari-doro-nel-derby/#more-5618

Scroll to top