Home
You Are Here: Home » Comunicati stampa » Nella nebbia è Tris Ariano (A cura di Mario Grasso)

Nella nebbia è Tris Ariano (A cura di Mario Grasso)

ARIANO IRPINO – E’ un Ariano inarrestabile, che contro il FC Avellino mostra pazienza e qualità, armi con cui arriva a un meritato successo per 3-0, che permette di consolidare la quarta posizione e con essa la zona play off. Pazienza nel saper resistere alla sfortuna e al gioco duro degli avversari, fin troppo decisi nei loro interventi e agevolati da un arbitraggio abbastanza permissivo. Qualità nella ripresa, dove è venuta fuori tutta la maggiore forza dei biancazzurri, a cui non è mancata anche la fortuna che era invece stata assente nei primi 45 minuti.

Gli ospiti sono poca roba, ma si affidano al gioco maschio e alla velocità di un imprendibile Hamadi, che sullo scatto brucia molto spesso la retroguardia arianese. Ariano che comunque c’è e ha la prima grande occasione al quarto d’ora: Cavotta, migliore in campo dei suoi, si libera benissimo e fa partire un tiro sul quale è bravissimo il portiere avversario a deviare sul palo; sulla ribattuta la mette in rete La Luna, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Cavotta ci prova anche più tardi, ma stavolta con un tiro sbilenco. Alla mezz’ora grandissima punizione dal limite di Cavotta, ma il tiro preciso del numero 10 biancazzurro viene ancora intercettato da Evangelista, che devia quanto basta sul palo; la difesa avellinese fa il resto salvandosi poi in corner. Il finale di primo tempo, però, è col brivido: Hamadi brucia con la sua velocità la difesa dei locali e tutto solo davanti a Formisano si divora un gol praticamente fatto. Si va al riposo così: 0-0, Ariano superiore, ma il risultato non vuole saperne di sboccarsi.

I secondi 45 minuti, però, sono tutta un’altra storia. Cavotta sfiora la rete calciando male da due passi sugli sviluppi di un corner. Ma è proprio dalla bandierina che arriva la prima gioia della giornata. Di Capua è bravissimo a battere un calcio d’angolo dalla sinistra: il tiro va diretto in porta e stavolta Evangelista pasticcia un po’ non riuscendo a smanacciare; l’Ariano passa in vantaggio. FC Avellino vicinissimo al pareggio poco dopo: Hamadi fulmina ancora la difesa e stavolta salta anche Formisano, trascinandosi però troppo il pallone in avanti; l’attaccante degli avellinesi è costretto a metterla in mezzo e qui Formisano entra in scena con un vero e proprio miracolo sul tiro a botta sicura degli ospiti. Ma è solo una “lieve perturbazione” nel volo arianese. Su un pallone scodellato in mezzo all’area, apparentemente senza pretese, De Feo svirgola, disorientando il proprio portiere e il pallone si deposita nell’angolino. E’ il 2-0 che taglia le gambe agli avversari. Da qui in poi l’Ariano controlla senza affanni. Ma c’è ancora tempo per la cartolina della giornata. Nel freddo e nella nebbia Bernardo decide di regalare luce e calore: punizione da distanza importante, magia del giocatore arianese, che deposita il pallone in rete con una precisione chirurgica. Si potrebbe dire: “chiudete tutto, va bene così”. Effettivamente poco dopo la partita finisce perché il tempo è scaduto, ma è davvero una perla di rara bellezza.

Si vince 3-0 ed è un successo importante. Perché se è vero che San Tommaso, Grotta e Paolisi vincono tutte e quindi l’Ariano non guadagna alcuna posizione, è anche vero che dietro qualcuna stecca. Perde la Forza e Coraggio, ma soprattutto perde il San Martino, con la Vis che si stacca proprio a +3 sui caudini. Si rifà sotto il Serino, ma soprattutto il Baiano, che battendo proprio il San Martino ora è il nemico numero uno in chiave play off. Mercoledì recupererà la gara contro l’Abellinum e potrebbe portarsi, vincendo, a -1 dall’Ariano proprio alla vigilia dello scontro diretto che i granata giocheranno anche tra le mura amiche nel prossimo week end. Sarà una delle tre trasferte terribili che attendono gli uomini di Silvestro. Se, infatti, le prossime due gare interne non sono affatto proibitive (Lioni e Abellinum, ndr), non si può dire lo stesso per quelle esterne contro Baiano, Paolisi e San Martino. Le prossime cinque partite saranno le sfide-chiave della stagione dei biancazzurri.

Fonte: https://forzariano.wordpress.com/2018/02/19/nella-nebbia-e-tris-ariano/#more-5631

Scroll to top